Auguri a tutti i lettori e grazie per le donazioni. Buone feste!


Auguri a tutti coloro che anche quest’anno ci hanno seguito. Si tratta di persone attente che non si limitano a leggere gli articoli, alcune chiedono un parere, altre segnalano etichette scorrette o problemi riscontrati quando si fa la spesa. I lettori più sensibili fanno anche una donazione. Nel 2018 abbiamo raccolto circa 20.000 euro, pari al 15% del fatturato. È un contributo decisivo per fare quadrare i conti. La rimanente quota arriva dalla pubblicità di aziende che rispettano la nostra indipendenza. Gli inserzionisti potrebbero essere di più, ma la decisione che abbiamo sin dal nostro esordio, otto anni fa, è di non voler ospitare banner di prodotti junk food, di catene di fast-food, di aziende che producono acque minerali, integratori o diete miracolose.

Ci sono poi alcune iniziative, come la petizione per la suga tax, la campagna contro l’invasione dell’olio di palma, la raccolta firme per rendere pubblici i richiami dei prodotti alimentari pericolosi o la petizione per ritirare dalle avancasse dei supermercati snack e dolciumi, che hanno messo sulla difensiva molte aziende.

Ma a Natale bisogna chiudere in bellezza e allora possiamo annunciare di avere superato anche quest’anno 15 milioni di visualizzazioni, grazie a centinaia di articoli e inchieste, scritti dalla redazione e da un gruppo di giornalisti specializzati che, insieme agli esperti dei vari settori, costituiscono l’asse portante del sito e il suo l’aspetto distintivo.

© riproduzione riservata

Ogni giorno oltre 40mila persone ci seguono.
Siamo indipendenti e liberi da logiche politiche e aziendali.
Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori che coprono il 20% delle spese

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare